Occhi elettrici: il cinema futurista e le altre avanguardie

COMUNE   DI  CAGLIARI

Servizio Cultura e Spettacolo

Ufficio  Programmazione Attività Culturali

Teatri e Beni Monumentali

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

Il futurismo e le altre avanguardie cinematografiche

Film in programma

19 maggio 2009

Introduzione dell’Assessore Giorgio Pellegrini

Intervento di Piero Pala- curatore indipendente presidente dell’associazione Complus Events

h. 19.00

Il Futurismo di Nato Frascà – documentario RAI 1968 (20’)

Thais di Anton Giulio Bragaglia – 1916 (40’)

h. 21.00

 

Velocità di Tina Cordero, Guido Martina, Pippo Oriani, 1931-33, b/n, 15’

Amor Pedestre di Marcel Fabre alias Robinet – 1914 (6’)

Le straordinarie avventure di Saturnino Farandola di Marcel Fabre alias Robinet 1913 (80’)

20 maggio 2009 h. 19.00          

Intervento di Simone Cireddu

Ballet mecanique di Fernand Leger – 1924  (14’)

      

 

 

 

 

 

Entr’acte di Rene Clair – 1925 (22’)

Symphonie diagonal di Viking Eggeling – 1924 (7’)

Anemic cinema di Marcel Duchamp – 1925 (7’)

                           

Emak Bakia di Man Ray – 1926 (17’)

                     

Vormittagsspuk di Hans Richter – 1927 (8‘)

h. 21.00

L’inhumaine di Marcel L’Herbier – 1924 (120’)

21  maggio 2009 h. 19.00

Introduzione di Pietro Montani – docente di Estetica presso l’Università di Roma 

Sciopero di Sergej M. Ejzenstein – 1927 (82’)

h. 21.00

 

 

 

 

 

 

L’uomo con la macchina da presa di Dziga Vertov – 1929 (90’)

22 maggio*h. 18.00

Gianni Olla Petrolini, un futurista solitario

Proiezione di spezzoni cine-teatrali di Ettore Petrolini

Serata di danza futurista 25 maggio 2009 h. 20.00

L’uomo meccanico di André Deed (Cretinetti) – 1921 (26’)

h. 20.30

Introduzione di Giorgio Pellegrini

Il vecchio e il nuovo di Sergej M. Ejzenstein – 1931 (121’)

26 maggio 2009 h. 20.30

Introduzione di Antioco Floris Lichtspiel

 

 

 

 

 

 

 

Opus 1 di Walter Ruttman – 1921 (10’)

Berlino, sinfonia di una grande città di Walter Ruttman – 1927 (70’)

 

*L’evento del 22 maggio non è incluso nella rassegna, ma fa parte del ciclo di iniziative promosso dal Comune di Cagliari in occasione del centenario del futurismo.