Usanze e Rituali pt. 2

 

GIOVEDI’ SPERIMENTALE

A cura di  Piero Pala

 Giovedì  28 Marzo 2013 h. 22:00

Usanze Rituali pt. 2

Cinema Filmstudio

Via degli Orti d’Alibert 1/c – Roma (Trastevere)

Ingresso €. 5,00

 INFOS:

 www.complusevents.com

info@complusevents.com

Tel. 333 735 8983

www.filmstudioroma.com/

info@filmstudioroma.com

tel. 334 178 0632

 

 

Prosegue giovedì 28 marzo 2013 al Filmstudio la programmazione di film sperimentali e d’artista che verteranno su programmi tematici. Questa seconda parte, del programma “Usanze e Rituali” delinea un percorso di messa in discussione dell’evoluzionismo culturale, soffermandosi sulla singolarità e irripetibilità dei riti e degli usi. Quattro mirabili film (di Raymonde Carasco, Vincenzo Mistretta, Maricò Valente, Kathryn Ramey) per altrettante riflessioni etnografiche e antropologiche.

Si ringraziano: Régis Hébraud, Vincenzo Mistretta, Kathryn Ramey, Francesco e Maria Laura Valente.

  

Usanze e Rituali pt.2 ( 73 min.)

tarahumaras79

Raymonde Carasco, Tutuguri-Tarahumaras 79, 1980, 16mm, col., sonoro, 25’ Fotografia e montaggio, Régis Hébraud

Questo film è stato girato nell’estate del 1979. Si ripete il rituale che Tutuguri Tranquilino il saweame ha cantato e ballato sei volte in breve tempo, rigorosamente preciso (1 minuto 45 secondi). Parole segrete dove emergono solo le vocali, la danza costruisce uno spazio sacro tra i quattro punti cardinali di una croce nera e pagana. Rito solare e nativo, prima della conquista spagnola. Il montaggio, qui crea un’unico piano tra i due poli del tempo reale e lo spazio-tempo espanso a partire da un doppio materiale: Tutuguri e Carreras, razze di uomini, chiamati “bola” e donne, chiamati “aro” caratteristici della popolazione Tarahumara che l’etimologia traduce come “piede idoneo per la corsa”.

valenteescuieMaricò Valente, Escuié, 2000, FRA/ITA, S16 mm su DVD, colore, sonoro, 7 ‘

Dopo Raymonde Carrasco che ha inventato il poema etnografico, Maricò Valente su una danza napoletana ha inventato il poema antropologico sperimentale. (Nicole Brenez)

mistrettatintura

Vincenzo Mistretta, Tintura, 2003, 16mm, colore, sonoro, 8’

Tintura è stato realizzato con fotogrammi manipolati con candeggina e dipinti a mano. Il video è composto da frammenti di precedenti lavori e il suono da frammenti di singoli rumori improvvisati. Sovrappone due culture dal punto di vista di un immigrato. La tradizione religiosa diviene simbolo di una cultura oppressiva ma ancora sentita, e diviene il punto di partenza di ricordi e sogni della terra di origine.

YanquiWALKERRamey

Kathryn Ramey, Yanqui Walker and the Optical Revolution, 2009, US/Nicaragua, 35mm, colore,  sonoro, 33’

Yanqui WALKER and the OPTICAL REVOLUTION è un documentario sperimentale su un’espansionista e dittatore militare americano, William Walker, che, attraverso la forza militare e la coercizione, divenne presidente del Nicaragua nel 1856. Il film assembla found footage, fotografia documentaria, l’indagine etnografica e diario di viaggio personale con tecniche cinematografiche sperimentali, hand-processing, sviluppato e stampato a mano, stampa ottica, time-lapse, filmato ad intervallo di tempo, per far deragliare i vari approcci nel creare la storia che sono stati applicati a questa vicenda. Yankee WALKER come opera cinematografica d’arte contemporanea, non solo ci dice qualcosa sulla storia e su come si collega alle attuali situazioni politiche, sociali ed economiche, ma anche come l’arte e la poesia può essere un mezzo per sovvertire e oltrepassare persino le narrazioni più opprimenti.