Tag Archives: Bob Ostertag

Saggistica / Essays : Non-fiction

Gilles Deleuze Felix Guattari

Kafka · Per una letteratura minore

1^ Edizione | 1975

137 pagine – Feltrinelli

€ 50,00

Carlo Ginzburg
Il Formaggio e i vermi.Il cosmo di un mugnaio del ‘500

Einaudi Paperback 65

Seconda edizione 1976

€ 100,00

Martin Heidegger

“Was ist Metaphysik?”

Paperback. 47 pp.

1949, Vittorio Klostermann Frankfurt A.M.

ist der Titel der öffentlichen Antrittsvorlesung Martin Heidegger an der Universität Freiburg i.Br. am 24. Juli 1929. Der Vortrag stellt einen wichtigen Übergang zwischen der fundamentalontologisch-existenzialen Konzeption von „Sein und Zeit“ und dem seinsgeschichtlichen Denken in Heideggers Spätwerk dar. In diesem Vortrag bestimmt Heidegger das “Nichts” als die Grundfrage der Philosophie, die den Menschen in seiner Existenz als immer schon in der Metaphysik stehendes Wesen eigentlich angeht: “Das menschliche Dasein kann sich nur zu Seiendem verhalten, wenn es sich in das Nichts hinaushält”. Erst wenn die Frage nach dem Nichts als dem Grund des Daseins eigens gefragt wird, kann der Mensch den “Einsprung” in das Dasein vollziehen.

 

Die 16. Auflage ist wort- und Seitengleich mit dem Abdruck des Textes in der 3. Auflage der “Wegmarken” als Band 9 der Gesamtausgabe sowie mit der Einzelausgabe der “Wegmarken” in der Reihe “Klostermann RoteReihe”. Sie enthält neben dem Text der Antrittsvorlesung die Einleitung zur 5. Auflage 1949 sowie das Nachwort der 4. Auflage 1943.

€ 100,00

Martin Heidegger

“Uber den Humanismus”

Paperback. 47 pp.

1949, Vittorio Klostermann Frankfurt A.M.

Wir haben uns zum Ziel gesetzt, jahrhundertealtes Wissen zu erhalten und zugänglich zu machen. Viele bedeutende juristische Werke des 15. – 19. Jahrhunderts sind kaum mehr zugänglich und oft schon so beschädigt, dass sie nicht mehr leserlich sind. Es kursieren schlechte Kopien, die als Vorlage für ein ernsthaftes Arbeiten am Text völlig ungeeignet sind. Wir haben uns darangemacht, diese Werke einzuscannen und in mühevoller Kleinarbeit nachzubearbeiten, so dass sie als gut leserlicher Reprint zur Verfügung stehen. Bei älteren Werken kommt es oft vor, dass durch Abrieb oder Wurmfrass Textstellen ergänzt werden müssen, hier haben wir keine Mühe gescheut, den Text so wiederherzustellen, dass er sich völlig ins Schriftbild eingliedert

€ 100,00

Max Jacob et Claude Valence

Miroir d’astrologie

1949, Gallimard, 18,5 x 11,8 cm, pag. 252

Édition définitive contenant des extraits du livre d’Arcandam, les analogies se rapportant à chaque constellation, les correspondances astrologiques des lames du Tarot ainsi que des emblêmes proposés pour chaque signe et les Dames des Décans.

€ 60,00 (Good condition)

Ernst Jünger

San Pietro suivi de Serpentara

Traduit de l’allemand par Pierre Morel.

Frontispice de Paolo Vallorz. éd. La Délirante, 1998.

Grand in-8° broché de 64 p. imprimé sur papier d’édition.

“Les récits de deux séjours que fit l’auteur, dans les années cinquante, à San Pietro et Serpentara, deux îlots du Sud-Ouest de la Sardaigne. Est-ce parce que les îles ont souvent été le lieu des utopies que nous découvrons dans ce texte la société des pêcheurs dans une description presque hésodienne?”

€ 25,00 (New)

Bob Ostertag

Facebooking the Anthropocene in Raja Ampat: Technics and Civilization in the 21st Century

2021, PM Press, 192 pages

Testo in inglese

€22,00 (NEW)

Facebooking the Anthropocene in Raja Ampat è uno sguardo profondamente intimo intorno ai cambiamenti catastrofici tra gli esseri umani, la tecnologia e il cosiddetto mondo naturale. Nonostante il ritmo vertiginoso del progresso tecnologico e del collasso ambientale, Bob Ostertag esplora come noi stessi stiamo cambiando alla stessa velocità del mondo che ci circonda: da come facciamo musica, a come facciamo sesso, a cosa facciamo per sopravvivere e chi immaginiamo di essere. E anche se la crisi ambientale terrorizza e la tecnologia travolge, Ostertag trova abbastanza creatività, compassione e umorismo nel nostro comportamento in evoluzione per farci ridere e ispirarci mentre il mondo che stiamo costruendo supera il mondo che abbiamo trovato. Un vero eclettico che ha seguito le guerre in America centrale negli anni ’80 e poi ha pubblicato più di 20 CD di musica, 5 libri su argomenti sorprendentemente eclettici e un lungometraggio, Ostertag fonde i suoi viaggi come musicista in tournée con l’occhio del giornalista per i dettagli e la visione a lungo termine di uno storico. Vaga per il mondo sia fisico che intellettuale. Guarda i monaci buddisti scattare selfie mentre meditano. Pensa all’intelligenza artificiale con i ragazzi di strada a Java. Parla di sesso con le pornostar che non hanno mai fatto sesso fuori dalla telecamera nella loro vita. Guarda i DJ che guadagnano milioni di dollari fingono di girare le manopole davanti a migliaia di persone. Gioca a World of Warcraft sulle remote isole dell’Asia con gli indigeni. Rabbrividisce con le famiglie che si accalcano nel pungente inverno di Detroit senza riscaldamento o elettricità. Incontra gli abitanti delle Spice Island che non hanno mai visto lo sciacquone ma hanno sui loro smartphone app di collegamento tra gay. I nostri migliori scrittori hanno lottato per affrontare le catastrofi del nostro tempo senza distogliere lo sguardo. Ostertag riesce dove altri hanno fallito, con l’acutezza morale di Susan Sontag, l’astuzia tecnologica di Lewis Mumford e l’umorismo pungente di Jonathan Swift.

Richard Proennke Sam Keith

Da solo nelle terre selvgge

Traduttore: Carlo Branchini

Piano B Edizioni, 2020

288 p., ill. , Brossura

20,00 (NEW)

Vivere in una terra selvaggia e incontaminata, là dove l’uomo non è mai stato prima. Scegliere un luogo idilliaco, tagliare alberi e costruirsi una casa di tronchi. Divenire un artigiano autosufficiente e ricavare ciò che serve dai materiali disponibili. Non per allontanarsi dal mondo, ma per vivere felici con i propri pensieri e con la propria compagnia. Migliaia di persone hanno questo sogno nel cassetto, ma Dick Proenneke riuscì a trasformarlo in realtà: trovò il luogo adatto sulle rive di un meraviglioso lago in Alaska, costruì la sua baita e lì vi rimase, per quasi trent’anni. Ha cacciato, ha pescato, ha coltivato il suo orto e si è procurato la legna per scaldarsi nei gelidi inverni. “Da solo nelle terre selvagge” è il resoconto delle esplorazioni, delle attività quotidiane e della catena di eventi naturali che costantemente gli hanno tenuto compagnia. Le innumerevoli fotografie e i video che ha raccolto negli anni sono serviti da base per il documentario “Alone in the Wilderness” e per questo libro.

Miguel de Unamuno

Del sentimento tragico della vita

SE editore, 2003, 22.5 x 2.6 x 13 cm, 287 pag.

€ 25,00 (Come nuovo, as new)

“Esiste qualcosa che, in mancanza d’altro nome, chiameremo ‘il sentimento tragico della vita’, che porta dietro di sé tutta una concezione della vita stessa e dell’universo, tutta una filosofia più o meno formulata, più o meno cosciente. Questo sentimento possono averlo, e l’hanno, non solo uomini individuali, ma interi popoli; è un sentimento che non nasce dalle idee, ma piuttosto le genera, sebbene dopo, è chiaro, queste idee reagiscano su di esso, fortificandolo. Può nascere da una malattia accidentale, da una dispepsia, per esempio, ma può anche essere costituzionale. E non serve parlare di uomini sani e malati. A parte il fatto che non abbiamo una nozione normativa della salute, nessuno ha provato che l’uomo debba essere per natura gioioso. C’è di più: l’uomo per il fatto di essere uomo, di avere coscienza, è già, rispetto all’asino o al gambero, un animale malato. La coscienza è….

VANGELI APOCRIFI NATIVITA’ E INFANZIA

GUANDA, 1977, 14.2 x 2.2 x 22 cm, 220 pag.

€ 25,00 (Come nuovo, as new)                                             

 

  •  

per ordini / to orders: info@complusevents.com / +39 333 735 89 83

Bob Ostertag Facebooking

è disponibile il nuovo libro di Robert Ostertag Facebooking the Anthropocene in Raja Ampat: Technics and Civilization in the 21st Century, 2020.

Per ordinare il libro

info@complusevents.com

Bob Ostertag

Facebooking the Anthropocene in Raja Ampat: Technics and Civilization in the 21st Century

PM Press

192 pages

Testo in inglese

€22,00

Facebooking the Anthropocene in Raja Ampat è uno sguardo profondamente intimo intorno ai cambiamenti catastrofici tra gli esseri umani, la tecnologia e il cosiddetto mondo naturale. Nonostante il ritmo vertiginoso del progresso tecnologico e del collasso ambientale, Bob Ostertag esplora come noi stessi stiamo cambiando alla stessa velocità del mondo che ci circonda: da come facciamo musica, a come facciamo sesso, a cosa facciamo per sopravvivere e chi immaginiamo di essere. E anche se la crisi ambientale terrorizza e la tecnologia travolge, Ostertag trova abbastanza creatività, compassione e umorismo nel nostro comportamento in evoluzione per farci ridere e ispirarci mentre il mondo che stiamo costruendo supera il mondo che abbiamo trovato. Un vero eclettico che ha seguito le guerre in America centrale negli anni ’80 e poi ha pubblicato più di 20 CD di musica, 5 libri su argomenti sorprendentemente eclettici e un lungometraggio, Ostertag fonde i suoi viaggi come musicista in tournée con l’occhio del giornalista per i dettagli e la visione a lungo termine di uno storico. Vaga per il mondo sia fisico che intellettuale. Guarda i monaci buddisti scattare selfie mentre meditano. Pensa all’intelligenza artificiale con i ragazzi di strada a Java. Parla di sesso con le pornostar che non hanno mai fatto sesso fuori dalla telecamera nella loro vita. Guarda i DJ che guadagnano milioni di dollari fingono di girare le manopole davanti a migliaia di persone. Gioca a World of Warcraft sulle remote isole dell’Asia con gli indigeni. Rabbrividisce con le famiglie che si accalcano nel pungente inverno di Detroit senza riscaldamento o elettricità. Incontra gli abitanti delle Spice Island che non hanno mai visto lo sciacquone ma hanno sui loro smartphone app di collegamento tra gay. I nostri migliori scrittori hanno lottato per affrontare le catastrofi del nostro tempo senza distogliere lo sguardo. Ostertag riesce dove altri hanno fallito, con l’acutezza morale di Susan Sontag, l’astuzia tecnologica di Lewis Mumford e l’umorismo pungente di Jonathan Swift.