Lejf Marcussen retrospettiva

Lejf Marcussen retrospettiva

a cura di Piero Pala

all’interno di ANIMACTION 1 rassegna di cinema d’animazione sperimentale

Organizzazione La Farfalla Sul Mirino
La rasegna è stata realizzata grazie al sostegno di:
Ambasciata del Canada,  Agenzia Culturale del Québec, Ambasciata di Danimarca,  Ambasciata della Nuova Zelanda, Goethe Institu, Forum Austriaco di Cultura

Sabato 1 Marzo 2003 ore 21:30

Cinema Dei Piccoli
viale della Pineta, 15 , Villa Borghese/Porta Pinciana – Roma
Et Billede (A Picture)
Et billede (1977, col, 4′) 

Immagini fisse di Fugleøen a Sortedamsøen a Copenaghen, viste nella stessa posizione da una finestra tutto l’anno. Le immagini si fondono impercettibilmente l’una nell’altra, accompagnate da singoli suoni reali e con la prima sinfonia di Mahler come musica di sottofondo.


mqdefault
Le Lederkonkurrence (1978, col, 3′)
Stills
Stills (1978, col, 10′)

In “Stills”, Lejf Marcussen si basa dal punto di vista sonoro sulle onde corte elettroniche, e sul lato grafico, fa ‘muovere’ una serie di modelli fissi (marcatori di alcol su celluloide) attraverso una costante trasformazione e cambiamento di colore in un universo affascinante e spaventoso.


STEN (Stones)
Sten (1979, col, 8′) 
Tonespor (Tonetracks)
Tonespor (1983, col, 7′)
Den offentlige røst (The public voice)1Den offentlige røst  (The public voice)
Den offentlige Røst (1988, col, 11′) 

Un viaggio nel mondo dell’arte e dell’architettura. Il punto di partenza è l’immagine del surrealista belga Paul Delvaux “The Public Voice”, su cui la telecamera ingrandisce e rimpicciolisce. Emergono due forme di visione dell’arte: la magia applicata (il proposito) e la magia di base (l’interrogativo e il meravigliarsi). Le immagini cambiano per lo spettatore e anche Leonardo da Vinci, Hieronymus Bosch e Wilhelm Freddie sono riconoscibili. Il film è stato premiato in tutto il mondo.


Angeli
ANGELI (2002, col, 15′)

Film d’animazione su speranza, ansia e fantasie in un reparto di cuore d’ospedale. È una sera di Natale. I pazienti si sono addormentati e le apparecchiature di misurazione digitale dell’ospedale scivolano, insieme ai regali di familiari e amici, in un universo onirico condensato di immagini e in continua trasformazione, che testimonia le visioni e gli stati d’animo dei pazienti.


The catalog of Animaction 1 with L. Marcussen available