IL CINEMA DI PETER KUBELKA

IL CINEMA DI PETER KUBELKA

METAFORE DELLA VISIONE 2


IL CINEMA DI PETER KUBELKA:

CINEMA METAFORICO – CINEMA METRICO

Catanzaro 1-3 Aprile, 2003
Saletta Blu cinema Masciari h. 17.30
Rassegna a cura di:
Salvatore Brancato, Andrea La Porta e Letizia Paonessa
Collaborazione artistica: Piero Pala


Martedì 1 aprile h. 17:30


Mosaik im vertrauen, 1954-55, 35mm, b/n, colore, 16′

Unsere Afrikareise, 1961-66, 16mm, colore, sonoro, 12′ 30”

                                                                                            Pause, 1975-77, 16mm, colore, sonoro, 12′ 30”

                                                                                            
                                                                                           Giovedì 3 aprile h. 17:30

Adebar, 1956-57, 35mm, b/n, sonoro, 69 sec.
(26x4x16=1664 fotogrammi)



                                                                                   Schwechater, 1957-58, 35mm, due colori, due suoni, 1 min.
(1440 fotogrammi)


                                                                                             Arnulf Rainer, 1958-60, 35mm,  film su quattro elementi: Luce e Non-Luce, Suono e Silenzio,  6’24” (24x24x16= 9216 fotogrammi)

Peter Kubelka (born 23 March 1934) is an Austrian filmmaker, architect, musician, curator and lecturer. His films, few in number, are known to be carefully edited and extremely brief.

Regista, musicista, teorico, cuoco, attento osservatore delle arti, co-fondatore dell’Anthology Film Archives di New York (con Jonas Mekas conosciuto al festival belga EXPRMNTL) e dell’Österreichisches Filmmuseum di Vienna, Kubelka ha studiato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Ha insegnato Cinema e Cucina all’Accademia di Belle Arti di Francoforte, alla N.Y. University ea Chicago. Nel 1976, per il Centre national d’art et de culture Georges-Pompidou, ha ideato la mostra Une Histoire du cinéma, che comprendeva circa 300 film di un centinaio di autori, dalle origini del “cinema come arte” ai giorni nostri. . Peter Kubelka ha sempre avuto la premura di mantenere il cinema ad un livello di fabbisogno pari a quello delle altre arti, rifiutando ogni nozione di marginalità, considera il cinema commerciale un genere minore del cinema normale.

 

Here are available books of P. Kubelka
consider contacting us even if you do not find any title you are looking for in the bookshop